Eletto il Presidente della Terza Zona per l’anno 2020/21

Sabato 9 Maggio si è tenuta l’assemblea di Terza Zona, nella quale è stato eletto il nuovo consiglio direttivo di Terza Zona così composto:

Gian Maria Buganè Presidente
Emanuele Ciani Past President
Luca Pezzi Vice Presidente
Vincenzo Bongiorno Segretario
Alberto Tisi Tesoriere
Alessandro Conti Corrispondente
Luca Andrea Valentini Gestore Materiali
Marco Cavina Webmaster

Facciamo i nostri migliori auguri al nuovo Presidente Gian Maria Buganè e a tutto il Consiglio Direttivo per il lavoro che lo aspetta! Siamo certi che saranno all’altezza delle grandi aspettative!

Facciamo anche i migliori auguri al nostro tabler, nonché segretario e webmaster di tavola, Marco Cavina per il miglior svolgimento di questo importante incarico come webmaster! Un grande onore e riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto da tutta la nostra tavola imolese in questi anni!

Il link all’articolo: http://www.ravennatoday.it/cronaca/il-brisighellese-bugane-eletto-presidente-della-terza-zona-della-round-table.html?fbclid=IwAR2yetKWE4EDo3uSYNdOGK_WCcGYTHywQ4sruVlzRTEJHeNx3hBlLNraXVA

Il Gioco della Moneta

“La storia della moneta dell’amicizia”
La moneta dell’amicizia ha origine nell’esercito americano.
La storia più comune proviene dalla prima guerra mondiale dove alcuni studenti ricchi si unirono durante il loro anno scolastico per aiutare a combattere la guerra.
Un tenente coniò delle monete riportante il logo della unità e le consegnà poi come dono alla propria squadra.
Un giovane pilota teneva sempre la sua moneta in una piccola borsa di pelle intorno al collo, probabilmente pensando che gli avrebbe portato fortuna nei suoi voli.
Non fu così, infatti dopo poco tempo che aveva ricevuto la sua moneta, il suo aereo fu abbattuto ed è stato catturato dal nemico dove è stato spogliato di tutti i suoi beni, riuscendo a tenere la moneta in tasca.
Durante un bombardamento notturno del campo di prigionia nemico risuscì a scappare ed arrivare nei territori alleati.
Gli alleati lo scambiarono per un nemico e lo condannarono a morte. Come ultimo tentativo per salvare la propria vita fece vedere la moneta dicendo che potevano verificare la sua identità presso il suo squadrone.
Un generale alleato vedendo la moneta riconobbe il simbolo dello squadrone alleato e decise di far ritardare l’esecuzione finché non avesse verificato chi fosse.
Fu così che grazie a quella moneta ebbe salva la vita. Gli alleati per scusarsi gli regalarono una bottiglia di vino.
Dopo aver fatto ritorno in patria, la sua storia ispirò tutto il reggimento a portare sempre con se la loro moneto e per motivarli ad averla sempre in tasca, regolarmente “si sfidavano” a tirare fuori la loro moneta e se qualcuno non la portava pagava un giro di bevute agli altri.

Nella Round Table la moneta è approdata a ARTSA 2006 quando alcuni tabler della RT 128 Bryanston hanno cominciato a divulgarla all’evento e fu subito un successo.
Negli anni successivi alcune nazioni si sono ritrovate per creare delle linee guida per il conio della moneta in modo che chiunque la creasse all’interno della Round Table potesse seguire delle precise indicazioni in modo tale da essere riconoscibile in tutto il mondo.
Da quel momento più monete sono state fatte e che siano monete nazionali o personali ognuna riporta le specifiche caratteristiche (diametro di 4 cm, in un lato rondella Nazionale, nell’altro lato la personalizzazione, lo you and me sui lato ed il motto ADOPT, ADAPT, IMPROVE).

*Le regole del Gioco della moneta*
Le regole sono molto semplici:
1. la moneta va sempre portata dietro;
2. quando un Tabler chiama il gioco, deve mettere la propria moneta sul tavolo, sempre reggendola con un dito, gli altri devono tirarla fuori e metterla anche loro sul tavolo reggendola con un dito;
1. se qualcuno si è scordato a casa la moneta deve offrire un giro di bevute a tutti i partecipanti;
2. se tutti i partecipanti hanno la moneta, chi ha chiamato il gioco deve pagare per tutti;

3. in due si può anche giocare come “testa o croce”

@bartalipaolo, da Artù Magazine, n. 101

I cavalieri della RT62

I Cavalieri nel 1999…

Passano gli anni… ma i Cavalieri della Tavola di Imola ci sono sempre!

I Cavalieri nel 2003 all’International Meeting di RT62 a Imola…
I Cavalieri nel 2011 all’Euromeeting di Mastricht…
I Cavalieri nel 2020 al Charter RT76 San Miniato Fucecchio

Un 2018 fantastico!

Il 2018 è stato per la RT 62 un anno davvero ricco di eventi!

Abbiamo avuto la fortuna e privilegio di avere relatori ed ospiti eccezionali, dall’esplosivo Alberto Forchielli, al più composto ma efficacissimo ing. Alberto Manservigi, passando per il collezionista Valentino Zagatti e l’esperto barman Achille Speranza.

Abbiamo dato il benvenuto a nuovi, giovani tablers quali Francesco Frasson e Riccardo Dal Fiume e ci siamo commossi nel nominare Simone Grandi membro onore a vita della nostra tavola.

Abbiamo festeggiato la Blue Jacket che Spessi Piervittorio ci ha portato a casa dall’Euromeeting, celebrato la sua investitura a presidente e trascorso momenti fantastici insieme, tra di noi e con tutti gli amici tabler delle altre tavole.

Un anno davvero memorabile.

Buone feste a tutti dalla RT62!

Innovation Day – Premio Round Table

Anche quest’anno abbiamo partecipato all’iniziativa di Innovami dedicata alle nuove idee d’impresa, sostenendo il premio NIDI attraverso il finanziamento di un premio speciale di 1.000 Euro per il progetto ritenuto più facilmente realizzabile dal punto di vista tecnico e commerciale.
L’ex Presidente della tavola di Imola, l’Avv. Massimo Landini, Paolo Tampieri e il Past-President nazionale di Round Table Italia Simone Grandi hanno premiato la società Cubbit che ha sviluppato un data-center basato su server non proprietari. Da parte di tutta RT 62 Round Table 62 Imola vanno i nostri migliori auguri al team di Cubbit!